Bergen: la porta dei fiordi norvegesi

Bergen: la porta dei fiordi norvegesi

Bergen, Norvegia. Questa è stata la città dove ho vissuto per 5 mesi a fine 2015. Sono andata in Norvegia con il progetto erasmus, un progetto di scambio europeo che offre la possibilità ai giovani di studiare all’estero. Qui descrivo i primi pensieri ed emozioni dell’erasmus.

Dal 17 al 24 Settembre di quest’anno a Bergen si sono svolti i mondiali di ciclismo “Road World Championships”. In questo link si può trovare il percorso. L’arrivo sarà al Festflassen Square che è la piazza principale nel cuore della città. Vedere le immagini di Bergen su Rai Sport e sentire i commenti sulla bellezza di questa città nordica mi ha spinto a scrivere questo articolo. Il mio scopo è far conoscere questa meravigliosa città nordica e le opportunità che essa offre.

Bergen
Io dalla cima della montagna più alta di Bergen con alle spalle il centro città

La città di Bergen

Bergen si trova a sud-ovest della Norvegia, sulla costa dell’Oceano Atlantico. E’ la seconda città più popolata della Norvegia dopo la capitale Oslo e ha 275 mila abitanti. Fu fondata dal re di Norvegia Olav Kyrre nel 1070 e fu capitale dal XIII secolo al 1830. Tra Bergen e Oslo c’è rivalità. Gli abitanti di Bergen dicono che Oslo non è adatta come capitale perché è molto diversa dal resto della Norvegia. Avendo visitato anche Oslo, secondo me non hanno tutti i torti. La capitale è una città grande ma priva delle tipicità del territorio norvegese, come per esempio le montagne. In questo link  si può approfondire la storia di Bergen.

Bergen

Il quartiere Bryggen patrimonio dell’UNESCO

Il quartiere Bryggen si trova sul fiordo che arriva in centro città: il Byfjorden. In particolare occupa il lato orientale della baia di Vågen. Dal 1979 è patrimonio dell’umanità UNESCO. Si tratta di un quartiere storico le cui case risalgono quasi al 900 ed è uno stile che una volta si vedeva in tanti porti europei.

Bergen
Il Bryggen visto dalla baia di Vågen

Dal XIV al XVIII secolo è stato sede dei commercianti della lega anseatica, un’alleanza che dal tardo medioevo all’inizio dell’età moderna mantenne il monopolio dei commerci nell’Europa Settentrionale. Il commercio riguardava soprattutto lo stoccafisso proveniente dal Nord della Norvegia e i cereali in arrivo dall’Europa. In seguito a uno dei numerosi incendi che riguardarono il Bryggen nel 1702 il quartiere fu ricostruito.

Attualmente gli edifici sono dedicati al turismo, ci sono negozi di souvenir, ristoranti e musei. Dall’altra parte della baia nei mesi estivi ha luogo il famosissimo mercato del pesce, il Fisketorget, e ha sede l’ufficio turistico. Inoltre, c’è un ristorante che io non ho sopportato perché si chiamava: “The Real American Pizza”. Immaginate un’italiana all’estero patriottica come me cosa poteva pensare di questo “ristorante”. 🙂

La porta dei fiordi norvegesi

Tutta la costa ovest della Norvegia è frastagliata da fiordi, formati a causa del ritiro dei ghiacciai. Bergen è soprannominata “The gateway to the fjords of Norway” ossia la porta dei fiordi norvegesi. Dal porto di Bergen partono moltissime navi che offrono la possibilità di fare delle escursioni nei più belli fiordi della Norvegia. Queste escursioni lasciano a bocca aperta per la potenza della natura incontaminata!!

Bergen
In nave lungo il fiordo più lungo della Norvegia e secondo più lungo del mondo: il Sognefjord

Bergen si trova tra due fiordi che sono tra i più lunghi al mondo: il Sognefjord (203 km) e l’Hardangerfjord (179 km). Altri due fiordi sono patrimonio dell’UNESCO: il Geirangerfjord e il Nærøyfjord. I biglietti per le escursioni si possono comprare nell’ufficio turistico nel porto di Bergen oppure online. Qui il link per accedere ai tours. Io ad Agosto ho fatto l’escursione che percorreva il Sognefjord il fiordo più lungo della Norvegia, che descriverò in un altro articolo 😛 .

Bergen
Io sulla nave che attraversava il Sognefjord

La città delle sette montagne

Bergen deriva da “Bjorgvin” che significa prato sotto le montagne. In particolare, Bergen è soprannominata “La città circondata da sette montagne”. Queste sette montagne sono: l’Ulriken, il Fløyen, il Løvstakken, il Damsgårdsfjellet, il Lyderhorn, il Sandviksfjellet e il Rundemanen.

L’Ulriken (643 m) è il monte più alto ed è raggiungibile o attraverso dei sentieri lunghi e faticosi oppure attraverso una teleferica. La teleferica è attiva tutti i giorni tranne in presenza di forte vento. Dalla cima si può godere un panorama mozzafiato sull’intera città, si possono ammirare i tipici fiordi norvegesi e guardando l’orizzonte si possono scorgere centinaia di isole e l’Oceano.

Bergen
La panoramica dalla cima dell’Ulriken (643 m). A destra c’è il centro città

La funicolare Fløibanen

La montagna più turistica è il Fløyen (320 m) raggiungibile dal centro città o a piedi o con la famosa funicolare Fløibanen. La Fløibanen è una delle principali attrazioni turistiche della città e il tragitto dura circa 7 minuti. E’ attiva per tutto l’anno ogni giorno dalla mattina presto alle 23:00. Parte dal centro città vicino al mercato del pesce e al quartiere del Bryggen. Dalla cima si ammira il centro città, le altre montagne che circondano Bergen, il fiordo Byfjorden che arriva in centro città e l’Oceano all’orizzonte. Si capisce che la montagna è turistica anche perché sulla vetta c’è un ristorante, una caffetteria, un negozio di souvenir e un parco giochi.

Bergen
Dalla cima del Floyen di notte

Dalla cima del Fløyen è possibile imboccare dei sentieri per raggiungere altre montagne che circondano Bergen: il Rundemanen (568m), l’Ulriken (643 m) e il Sandviksfjellet (329 m). Quest’ultima è costituita da 800 gradini di pietra ed è famosa perché si cerca di battere il record di velocità nella scalata. Al momento il record è di 8 minuti e 13 secondi!! 😀

Bergen
La cima della montagna Sandviksfjellet dopo aver percorso gli 800 gradini

Capitale europea della cultura nel 2000

Nel 2000 Bergen fu nominata città europea della cultura. Ogni giorno in città avvengono spettacoli, concerti e balletti. Qui il sito ufficiale dove poter vedere gli eventi. A Bergen nasce il famoso compositore e pianista Edvard Grieg, il quale ha dato nome al Grieghallen Concert Hall, sede dell’Orchestra filarmonica di Bergen. A Bergen c’è uno dei tre teatri nazionali norvegesi: il Den Nationale Scene fondato nel 1850 dal violinista norvegese Ole Bull. C’è inoltre il BIT Teatergarasjen che rappresenta scene e balletti internazionali. Infine c’è una compagnia di danza contemporanea: Carte Blanche.

Leggi anche:

Sognefjord, il fiordo più lungo della Norvegia

Hardangerfjord, il secondo fiordo più lungo della Norvegia

Perché partire per l’erasmus? Il mio erasmus in Norvegia

 

 

2 Replies to “Bergen: la porta dei fiordi norvegesi”

  1. Ciao complimenti per il blog prima di tutto!! Ho 22 anni e ho intenzione di svolgere un tirocinio all’estero post laurea verso maggio, mi attira molto la Norvegia e leggendo su internet ho visto che Bergen è una città in cui ci sono studenti che vengono da diverse nazioni e l’idea mi piace molto, parlo e capisco abbasta bene l’inglese che cerco di migliorare costantemente. Volevo farti delle domande: è possibile trovare un qualsiasi lavoro come lavapiatti o qualunque altra cosa parlando bene l’inglese ? si possono trovare alloggi economici e a quanto ? Ad occhio quanto spende uno studente mensilmente stando attento alle proprie tasche?

    1. Ciao:) sono molto contenta che ti attiri la Norvegia, secondo me Bergen è la città più bella e più rappresentativa della Norvegia. Secondo me sì puoi trovare un lavoro come barista e lavapiatti. E tutti gli studenti internazionali in genere alloggiano al “Fantoft” è una sorta di campus ed è il luogo in cui si spende meno. Io spendevo 350 euro al mese circa per una stanza privata con bagno annesso e la cucina condivisa con altre 7 persone. Per la spesa dipende dal tuo stile di vita, bisogna considerare il costo dei trasporti, in genere il tram, chiamato “bybanen”. Ti consiglio di fare la spesa al ” kiwi” o “rema2000” che sono i più economici. Per quanto riguarda le birre al bar non te lo consiglio se non vuoi spendere 8/10 euro a birra. Spero di esseri stata utile:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *